Tortellini in fonduta di Parmigiano

Nel mio Menù per Costa Crociere ho voluto inserire un piatto che mi è molto caro e che rappresenta l’amore per la mia terra e per la sua grande tradizione. Sto parlando naturalmente dei tortellini. Qui invece che in brodo (ma attenzione vanno comunque cotti nel brodo!) li preparo con una fonduta di Parmigiano!

Tortellini in fonduta di Parmigiano e alloro con profumo di noce moscata

Ingredienti per 4 persone
Per la pasta sfoglia
  • 500 gr di farina 00
  • 5 uova
Per il ripieno
  • 300 gr lombo di maiale rosolato al burro
  • 300 gr prosciutto crudo
  • 300 gr mortadella
  • 450 gr parmigiano reggiano
  • 3 uova
  • noce moscata q. b.
Per la fonduta di parmigiano
  • 100 gr di parmigiano stagionato
  • 150 gr di panna liquida
  • 1 foglia di alloro
  • brodo di carne
Procedimento

Preparare la pasta sfoglia. Amalgamare la farina con le uova, rendere l’impasto uniforme e lasciar riposare. Una volta risposato tirare l’impasto con la sfogliatrice a mano o a mattarello, fino ad ottenere una sfoglia di circa 2 mm di spessore. Tagliare dei quadratini di pasta sfoglia di circa 2 cm per 2 cm.

Preparare il ripieno passando tutte le carni nel tritacarne, aggiungere le uova, il parmigiano e una grattata di noce moscata. Appoggiare un pizzico di ripieno al centro dei quadratini di pasta sfoglia e formare il tortellino.

Preparare poi la fonduta di parmigiano: in una casseruola portare la panna a bollore, togliere dal fuoco, lasciare leggermente raffreddare e aggiungere il parmigiano grattugiato e l’alloro e mescolare fino ad ottenere una fonduta densa a cremosa.

Cuocere poi i tortellini nel brodo di carne tenendoli al dente (basteranno 2 o 3 minuti). Terminata la cottura, scolarli e saltarli nella fonduta di parmigiano.

Presentazione

Porre i tortellini al centro del piatto, spolverarli con un pizzico di parmigiano grattugiato e con una grattata di noce moscata a piacere.

Totali
29
Condivisioni

1 commento

  1. Io credo di essere estasiata dalla bravura e arte di Barbieri.
    Da venerare anche se non ho mai avuto la possibilità di assaporare nessun piatto e questo mi rattrista . Ci riuscirò e non avrò sorprese.
    Leggo e rileggo le sue ricette.
    Provo e riprovo.
    Lui mette la magia. Scienza che si trasforma in Arte pura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*