Karadeniz pidesi

Ragazzi sapete quanto amo viaggiare per visitare posti nuovi e scoprire le meraviglie della cucina locale. Oggi vi preparo un piatto tipico di un paese che amo molto, la Turchia: il karadeniz pidesi, ovviamente un po’ alla mia maniera! Mettiamoci in viaggio!

Ingredienti per 4 persone (circa 4 pizze)

Per l’impasto della pasta:

  • 900 gr di farina 00
  • 25 gr di sale
  • 500ml di acqua
  • 2 gr di lievito di birra
  • olio evo 25 ml

Versare l’acqua tiepida in una ciotola, unire il sale e circa 100 grammi della farina prevista. Unire il lievito e mescolare bene il tutto con un cucchiaio di legno fino a quando il lievito non sarà completamente sciolto.
Unire gradualmente la farina, sempre mescolando con il cucchiaio di legno, fino a che l’acqua non si sarà completamente assorbita. In questa fase unire anche l’olio extravergine d’oliva (circa 25 ml). Non appena tutta la farina sarà incorporata, disporre l’impasto su una spianatoia di legno e continuare ad impastare il tutto per circa 20 minuti in modo da ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Il panetto finale dovrà risultare liscio, soffice ed elastico.

Ingredienti per la farcia

  • 600 gr di polpa di manzo fassona
  • 2 cipolle dorate di Medicina
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 peperoni verdi di Carmagnola
  • 4/5 pomodori rossi
  • Prezzemolo
  • 4 uova
  • Olio evo
  • sale di Cervia

Procedimento

Tagliare la cipolla a brunoise. Tagliare la carne a filanger e tritarla al coltello. Tagliare i peperoni a cubetti e i pomodori a concassé. Tagliare anche un paio di spicchi di aglio finemente a julienne. Tritare finemente il prezzemolo.

A questo punto, con tutti gli ingredienti pronti, iniziamo a stendere l’impasto, dandogli prima una forma ovale e poi una forma di una barchetta. Iniziare a farcirla con il pomodoro, la carne, i peperoni, la cipolla, il prezzemolo, l’aglio, un filo di olio extra vergine d’oliva, un po’ di sale e se vi piace anche una macinata di pepe. Infornare a 200 gradi per una decina di minuti, qualche minuto prima di sfornare aggiungere l’uovo e terminare in forno (il tuorlo deve rimanere morbido). Terminata la cottura, ungere il cornicione con olio evo o con burro chiarificato.

0/5 (0 Reviews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*