Pasta patate e provola con tartare di gamberi e polvere di Provenza

Pasta patate e provola con tartare di gamberi e polvere di Provenza

Pasta patate e provola con tartare di gamberi e polvere di Provenza

Oggi voglio farvi conoscere la mia versione della pasta patate e provola, un piatto tipico della tradizione napoletana che ho arricchito con una tartare di gamberi rossi e polvere di Provenza. Un piatto buono e bello saporito come piace a me!

Ingredienti per 4 persone

  • 240 g di pasta mista corta
  • 200 g di provola affumicata
  • 2 patate a pasta gialla
  • 50 g di speck in una fetta unica
  • 20 gamberi rossi di Gallipoli
  • 1 cipolla piccola
  • 1 ciuffo di maggiorana
  • brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • fior di sale
  • sale e pepe

Per la polvere di Provenza:

  • erbe di Provenza miste già essiccate e polverizzate

Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti. Fate a cubetti anche lo speck.

Sbucciate la cipolla, tritatela finemente e fatela appassire in una pentola con un filo di olio; unite le patate e lo speck, aggiungete un altro filo di olio e lasciate rosolare per qualche minuto.

Bagnate con un mestolo di brodo caldo e portate a bollore, quindi tuffate la pasta, aggiustate di sale e di pepe e portate a cottura mantenendola molto al dente (controllate che al termine non sia troppo brodosa).

Intanto sgusciate i gamberi, eliminate il filamento scuro dell’intestino e batteteli al coltello. Condite con un filo di olio e un pizzico di fior di sale, profumate con qualche fogliolina di maggiorana, mescolate, formate delle quenelles e tenete da parte.

Trascorso il tempo, levate la pasta dal fuoco, aggiungete la provola affumicata a dadini e un filo di olio e mantecate per bene.

Distribuite la pasta nei piatti da portata e adagiate sopra una quenelle di gamberi. Completate con un filo di olio, una spolverizzata di polvere di erbe di Provenza e un rametto di maggiorana e servite.

Lascia un commento

Non è presente alcuna ricetta.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Loading..