Chat with us, powered by LiveChat

Si fa così – Taglioline al sapore di mare con sapore di nero di seppia

Si fa così – Taglioline al sapore di mare con sapore di nero di seppia

Ragazzi, conoscete le taglioline al nero di seppia? Sono una pasta dal gusto unico, poi se condite con un sughetto ai frutti di mare ancora meglio. Provatele perché sono davvero speciali!

Grazie a Olio Terre Francescane Gradassi.

Ingredienti:

Per la pasta:

400 gr di taglioline al nero di seppia 

250 gr di vongole veraci 

250 gr di cozze 

250 gr di fasolari 

5 gamberoni cotti 

200 gr di pomodorini 

1 spicchio d’aglio 

Pinoli q.b. 

Prezzemolo fresco q.b.  

1 ciuffetto di basilico 

Concentrato di pomodoro q.b. 

Fumetto di pesce q.b. 

Vino bianco q.b. 

Olio evo q.b. 

Sale q.b. 

Per la salsa:

20 foglie di basilico medie 

5 gr di pinoli 

20 gr di parmigiano grattugiato 

2 filetti di acciughe 

5 pomodorini 

1 spicchio d’aglio 

50 ml di olio evo 

3 cubetti di ghiaccio

Preparazione:

In una padella soffriggere aglio e prezzemolo e aggiungere cozze, vongole e fasolari. Sfumare con vino bianco e fumetto di pesce e a metà cottura aggiungere i pomodorini, il concentrato e del basilico. Attendere che i molluschi si aprino e a fine cottura sgusciarli e tenerli da parte. 

Successivamente ridurre il sughetto aggiungendo i gamberoni e i molluschi sgusciati. 

Nel mentre preparare la salsa frullando il basilico con i cubetti di ghiaccio, i pinoli, il parmigiano, le acciughe, i pomodorini, olio evo e aglio. Aggiungere dell’acqua fredda se necessario. 

A parte, far bollire per qualche istante le taglioline (per 30 secondi circa, il tempo di eliminare l’amido) per poi continuare la cottura nella padella coi frutti di mare. Far saltare la pasta aggiungendo anche un goccio di olio e qualche pinolo. Spegnere e mescolare aggiungendo anche la salsa al basilico. 

Impiattare prima parte del sughetto e poi il nido di taglioline. Guarnire con altro condimento, un ciuffetto di basilico e un filo d’olio evo.

Lascia un commento

Non è presente alcuna ricetta.

Condividi sui social