Polpette con ratatouille di frigorifero

Polpette con ratatouille di frigorifero

Ragazzi finalmente è arrivato il loro momento: le polpette! Tutti le amiamo, si possono fare in mille modi, dalle piĂą tradizionali a quelle piĂą creative, di carne, di pesce, di verdure… e soprattutto sono il piatto di recupero per eccellenza. Ho preparato un po’ di ricette che vi farò vedere nelle prossime settimane. Oggi partiamo con un classico, polpette con ratatouille di frigorifero, perchĂ© gli avanzi non vanno mai buttati ma possono dar vita nuovi piatti incredibili! #lePolpettediBruno

Rigatoni con le polpette

Rigatoni con le polpette

Ragazzi oggi facciamo un saltino dall’altra parte del mondo e andiamo in America. Perché la cucina ci permette di viaggiare con la fantasia anche restando a casa.

Avete presente gli “spaghetti with meatballs”, ecco noi oggi facciamo una pasta, ho scelto però dei mezzi rigatoni rigorosamente di grano duro 100% italiano, con le polpette!  Le polpette, ricordatevelo, sono una ratatouille del frigorifero, di quello che è rimasto ieri, ci si può sbizzarrire e farle in mille modi!

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr di Mezzi Rigatoni Sgambaro

Per le polpette

  • 300 gr di polpa di carne bovina
  • 60 gr di pane raffermo
  • Crema di latte
  • 1 uovo
  • 1 patata bollita
  • Gras pistĂ  (battuto di lardo di maiale)
  • 1 spicchio d’aglio
  • Prezzemolo
  • Sale
  • Pepe
  • Ricotta salata
  • Pesto
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Burro

Per il sugo

  • 400 gr di passata di pomodoro
  • Sedano
  • Carota
  • Cipolla
  • Acciughe di Cetara
  • Basilico
  • Parmigiano Reggiano

Per prima cosa prepariamo il sughetto di pomodoro. Tritiamo a brunoise un pezzo di sedano, uno di carota e uno di cipolla. In una padella scaldiamo un filo d’olio extra vergine d’oliva e facciamo scogliere un po’ di lardo pestato, poi aggiungiamo la brunoise di verdure e lasciamole soffriggere. Aggiungiamo qualche acciuga e lasciamole sciogliere. A questo punto mettiamo la passata di pomodoro e facciamo andare per 30-40 minuti, la consistenza dovrà essere non troppo liquida ma nemmeno troppo densa, perché poi dovranno finire di cuocere le polpette.

Ora pensiamo alle polpette. Prendiamo una boule e andiamo a lavorare la carne macinata con le mani e lasciamola qualche minuto a riposare. Nel frattempo prendiamo il pane, togliamo l’eventuale crosta e mettiamolo in ammollo in una ciotola con la crema di latte. Nella boule con la carne aggiungiamo un cucchiaio di grasso pestato, un pezzetto d’aglio tritato insieme a un po’ di rosmarino, prezzemolo tritato (mettiamone anche un po’ nel sugo insieme a qualche foglia di basilico), mezza patata bollita fatta grossolanamente a pezzi con le mani e il pane ben strizzato e fatto a pezzi. Regoliamo di sale e pepe.

Per insaporire le polpette in questo caso ho aggiunto ricotta salata grattugiata e un cucchiaino di pesto (ma potete sbizzarrirvi in base a quello che avete in frigo).

Impastiamo bene il tutto e facciamo riposare qualche minuto. A questo punto possiamo formare le polpette, ungetevi le mani con un po’ d’olio e formate delle piccole palline. Infarinatele leggermente e passatele in padella con olio extravergine e un pezzetto di burro, fatele andare un po’ alla volta e piano piano, giratele senza forarle fino a che avranno fatto una piccola crosticina dorata.

A questo punto mettetele nel sugo e fatele andare per una decina di minuti in modo che si insaporiscano bene.

Mettiamo a bollire l’acqua, saliamo (non troppo che nel sugo ci sono le acciughe), scoliamo al dente i nostri rigatoni e finiamo la loro cottura in padella con il sugo e le polpette. Non ci resta che impiattare con un’abbondante spolverata di Parmigiano grattugiato.

Bianco di rombo arrostito

Bianco di rombo
Come la sogliola il rombo è un pesce piatto, ne esistono di diverse specie ma le qualitĂ  piĂą pregiate sono quella chiodata e quella liscia. Può raggiungere anche grandi dimensioni, io preferisco gli esemplari medio piccoli, piĂą facili da gestire e piĂą nostrani (quelli di 4 o 5 chili generalmente arrivano dall’Atlantico settentrionale). Se lo acquistate intero, considerate che ha molto scarto: per quattro persone deve pesare almeno un chilo e mezzo. E non compratelo giĂ  eviscerato, fatevelo sempre pulire al momento!

Bianco di rombo arrostito, polvere di capperi con frittelle di baccalĂ  e umido di peperonata

Ingredienti per 4 persone
  • 4 filetti di rombo fresco
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone verde
  • 1 cipolla rossa
  • aglio
  • pomodoro concentrato
  • olio extravergine
  • sale e pepe
  • 1 foglia di alloro
Tagliare la cipolla a julienne non troppo sottile e stufarla in una pentola pian piano. A parte tagliare i peperoni, e scottarli leggermente in una padella rovente e dopo aggiungerli alla cipolla. Aggiungere un po’ di brodo vegetale, la foglia di alloro ed una punta di concentrato di pomodoro, sale, pepe e cuocere finché i peperoni non saranno cotti. La consistenza della peperonata non dovrà essere quella di un guazzetto, quindi troppo densa. Per le polvere di capperi sotto sale, fare asciugare i capperi in forno a 60 gr finché non sono secchi e poi passarli nel cutter. Metterli da parte.
Per le frittelle di baccalĂ :
  • 100 gr di baccalĂ 
  • mezza cipolla dorata
  • patate
  • sale e pepe
  • prezzemolo
In una pentola mettere un filo d’olio, la cipolla tritata, le patate tagliate a cubetti e il baccalĂ  tagliato in modo irregolare. Cuocere il baccalĂ  aggiungendo qualche foglia di prezzemolo. Una volta cotto, fare asciugare il liquido che si sarĂ  formato, mescolando con le patate. Aggiustare di sale e pepe e lasciare raffreddare. Se il composto risulta troppo morbido, aggiungere un’ulteriore patata lessa schiacciata. Formare delle palline e metterle nel congelatore. Una volta congelate, passarle in uovo e pangrattato (che potrĂ  essere aromatizzato con prezzemolo tritato) e friggerle in olio di semi. Cuocere il trancio di rombo in forno per 7-8 minuti a 200 gradi.
Presentazione
Mettere alla base del piatto la peperonata e il trancio di rombo. Aggiungere le polpette di baccalà e la polvere di capperi. Guarnire con prezzemolo tritato e olio extravergine d’oliva.

Iscriviti alla mia newsletter
Rimani sempre aggiornato sulle ultime ricette e novitĂ