Tagliatelle con le spugnole

Tagliatelle con le spugnole

Ragazzi ci siamo, è il momento delle spugnole, un fungo pazzesco che dà il meglio di sé alla fine della primavera. Pochissimi ingredienti per un piatto fantastico! Occhio però, per le spugnole, e un po’ per tutti i funghi, non andate da cercatori improvvisati e non improvvisatevi esperti, rivolgetevi sempre al vostro fornitore di fiducia!

Ingredienti:

  • 450 di spugnole
  • 320 g di tagliatelle fresche
  • 2 uova
  • Parmigiano q.b.
  • Ricotta salata q.b.
  • 4 cracker o pane
  •  Cipolla dorata
  • Aglio rosa
  • Prezzemolo q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Per prima cosa mettete a bollire le uova, appena l’acqua raggiunge il bollore lasciatele cuocere per nove minuti.

Nel frattempo, pelate la cipolla e tagliatela a julienne.
Inseritela in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva e lasciatela andare, dopo un po’ aggiungete una foglia di alloro e aromatizzatela con un pizzico di salamoia bolognese.

Adesso preparate l’aglio, ne serviranno due spicchi per la guarnizione.

Nella stessa padella utilizzata prima, fate abbrustolire del pane, io utilizzerò dei crackers. Tritateli, non troppo, e inseriteli nella padella con un filo d’olio e di salamoia bolognese, adesso fateli tostare.

Una volta pronte le uova, raffreddatele e sbucciatele e mettetele da parte.

In una padella, lasciate andare per qualche secondo un filo d’olio extravergine d’oliva e due pezzi di burro, poi aggiungete prezzemolo, salamoia bolognese e i funghi. Infine, anche una spolverata di pepe. Lasciateli per qualche minuto.

Mettete l’acqua per la pasta e preparate la guarnizione. In una padella, con un filo d’olio, aggiungete una noce di burro l’aglio (diviso in quattro pezzi) e aromatizzate il burro e lasciatelo imbiondire.

Adesso impiattiamo, io ho scelto un piatto piano e, aiutandomi con un pennello ho cosparso il fondo aromatizzandolo con il burro all’aglio. Adesso utilizzate il tuorlo e, aiutandovi con un passino, sbriciolatelo sul piatto. Aggiungete una grattatina di parmigiano e di ricotta salata.

Adesso che la pasta è pronta, saltatela insieme alla padella con i funghi. Adesso impiattate!

Adagiate, sul piatto preparato prima, sulla base un po’ di cipolla e sopra le tagliatelle e qualche spugnola. Concludete con una spolverata di pan cotto e questo piatto spaziale è pronto!

Lumaconi alle erbe aromatiche

Lumaconi alle erbe aromatiche

Ragazzi oggi prepariamo un primo speciale, una ricetta facile che possiamo fare anche all’ultimo momento, i lumaconi, una pasta italiana che adoro (mi raccomando, mai come in questo periodo scegliete sempre prodotti italiani!).

Li facciamo con le erbe aromatiche, per un gusto bello primaverile. Sentirete che profumi!

Ingredienti per 4 persone

  • 380 gr di Lumaconi Sgambaro
  • 300 gr di pomodorini datterini
  • Timo limonato
  • Finocchietto selvatico
  • Menta
  • Rucola
  • Maggiorana
  • Basilico
  • Origano
  • Mix erbe aromatiche essiccate
  • Aglio
  • Pecorino di Pienza
  • 1 limone
  • 1 arancia
  • Olio extra vergine d’oliva

Per prima cosa prepariamo un condimento di erbe. È un condimento a freddo, non andremo a cuocerlo, si cuocerà solo quando lo uniremo alla pasta. In una terrina mettiamo le erbe, dopo averle lavate, mi raccomando non vanno mai tritate ma sempre sminuzzate a mano. Partiamo da un po’ di finocchietto selvatico, basilico, rucola, menta, timo, maggiorana e con un paio di forbici andiamo ulteriormente a sminuzzarle. Aggiungo un po’ di erbe secche, un po’ di origano, una macinata di pepe, due lamelle di aglio tritate molto finemente e una grattugiata di scorza di limone (ben lavato e non trattato).

Quando utilizziamo le erbe aromatiche, dobbiamo stare attenti alle dosi, è importante non esagerare con quelle più coprenti e dal gusto più aggressivo (come il finocchietto o il timo), mentre possiamo abbondare con quelle più delicate come il basilico o la maggiorana.

Tagliamo una decina di datterini a spicchi, speriamoli leggermente in una ciotola per togliere i semi e un po’ del succo e aggiungeteli alle erbe. Aggiungete anche le olive, sempre tagliate a spicchi. Aggiungiamo anche una manciata di pecorino grattugiato.

Mettiamo da parte l’intingolo di erbe e prepariamo la salsa che metteremo nel fondo del piatto. In un frullatore a bicchiere mettiamo i datterini rimasti, un pezzetto di aglio (se vi piace), qualche foglia di basilico, un po’ di origano, regolate di sale e pepe e aggiungete qualche goccia di arancia e di limone spremuti. Frullate aggiungendo anche un filo d’olio.

A questo punto possiamo mettere l’acqua a bollire, saliamo e buttiamo i lumaconi. Mentre cuociono, con un colino passiamo la salsa per avere una consistenza più fine.

Una volta che la pasta è cotta scoliamola nella terrina con le erbe, aggiungiamo un po’ d’olio e mescoliamo come fosse un’insalata.

Impiattiamo con la salsa sul fondo del piatto, un primo strato di pecorino grattugiato, la pasta condita con le erbe e finiamo con dell’altro pecorino.

Ramen di gnocchetti sardi

Ramen-di-gnocchetti-sardi

Questo piatto nasce da un mio viaggio in Giappone e dal mio amore per le contaminazioni in cucina.

In questa ricetta ho voluto unire la Sardegna, scegliendo i Gnocchetti sardi Sgambaro, in grano duro 100% italiano, e appunto il Giappone, proponendo un ramen

Due tradizioni molto lontane, che grazie alla creatività in cucina possono diventare molto vicine! Buon appetito!

Spaghetti freddi con astice selvaggio

Spaghetti Freddi

Trenta anni fa pensare in gastronomia di fare una pasta fredda era una vera e propria rivoluzione, come andare sulla Luna in aereo. Questo piatto mi riporta indietro nel tempo, a quegli anni di grande fermento e innovazione

Protagonisti gli spaghetti Sgambaro, in grano duro 100% italiano, che ho voluto abbinare con l’astice, le verdure e per dare uno nota di carattere dell’olio allo scalogno. Provatelo, perché in estate è una vera bomba!

Penne in salsa all’aglio piccante

Gli anni 80 sono stati un periodo straordinario per la ristorazione italiana. Un periodo di grande trasformazione dalla cucina tradizionale, quella della mamma e della nonna, verso una cucina più moderna, ricca di nuove suggestioni. Questo piatto rappresenta il mio omaggio a quegli anni incredibili. Un primo dove tutti gli ingredienti sono protagonisti: le penne Sgambaro, in grano duro 100% italiano, la panna, l’aglio e il peperoncino. Ancora oggi quando torno a casa la sera o la notte e ho voglia di pasta, questo piatto rappresenta il mio asso di briscola!

Ramen di gnocchetti sardi

Ramen di gnocchetti sardi

Questo piatto nasce da un mio viaggio in Giappone e dal mio amore per le contaminazioni in cucina. In questa ricetta ho voluto unire la Sardegna, scegliendo i Gnocchetti sardi Sgambaro, in grano duro 100% italiano, e appunto il Giappone, proponendo un ramen

Due tradizioni molto lontane, che grazie alla creatività in cucina possono diventare molto vicine! Buon appetito!

Iscriviti alla mia newsletter
Rimani sempre aggiornato sulle ultime ricette e novità